Facebook
Home > News > Scheda news

Il sabato nei villaggi - cultura e natura nelle terre del Po

05/07/2014


Il sabato nei villaggi - cultura e natura nelle terre del Po

IL SABATO NEI VILLAGGI - cultura e natura nelle terre del Po
Castelnuovo Scrivia (AL) sabato 5 luglio 2014
Ritrovo ore 16 – Piazza Vittorio Emanuele II

Nuovo appuntamento con “Il Sabato nei Villaggi – cultura e natura nelle terre del Po”, iniziativa promossa dal Parco Fluviale del Po e dell’Orba, che prevede visite guidate e percorsi di conoscenza al ricco patrimonio artistico e naturalistico di alcuni paesi situati nel territorio del Parco, che nel pomeriggio di sabato 5 luglio farà tappa a Castelnuovo Scrivia, luogo natale del novelliere Matteo Bandello.

Preziosa la collaborazione del Comune di Castelnuovo Scrivia e di Antonello Brunetti, ricercatore e autore di numerose pubblicazioni dedicate alla storia del paese che ospita l’iniziativa.
L’iniziativa prenderà avvio alle ore 16, da piazza Vittorio Emanuele II, di fronte alla chiesa parrocchiale, dedicata ai santi Pietro e Paolo, che sarà il primo luogo oggetto di visita..
Si tratta di imponente costruzione romanica del XII secolo, con portale in pietra di Gavi del 1183, del magister Albertus che conserva all’interno l’Ultima Cena di Alessandro Berri, nipote di Vincenzo Bandello committente dell’opera leonardesca.
Nella chiesa sarà possibile ascoltare un piccolo cameo musicale, nella chiesa è infatti presente un organo dei pavesi Vitani, il più antico della provincia di Alessandria, datato 1612.

A seguire si visiterà il Castello dei Torriani e Bandello con i suoi saloni, affrescati nei secoli XV e XVI, dominato da una torre merlata, recentemente consolidata e restaurata su  progetto di Carlo Ferrari da Passano castelnovese e architetto della Veneranda fabbrica del Duomo di Milano - su cui sarà possibile salire per osservare dall’alto il paesaggio circostante e l’impianto urbano del “villaggio”.
Una breve passeggiata nel centro storico condurrà nella piazzetta Gualdonasce dove è stato allestito  uno spazio dedicato al Gualdo, una pianta erbacea (nome scentifico Isatis Tinctoria) da cui si estraeva un colorante indispensabile a tingere di blu lane e fibre. Un erba tintoria che, ridotta in cocagne, veniva venduta a Genova per tingere le stoffe in blu (blu jeans), molto diffusa nell' Oltrepò di pianura, da Voghera a Tortona, la sua produzione e commercio, quale “oro blu”, fecero la fortuna di Castelnuovo fra il XIV e il XVII secolo.
Nel giardino del cinquecentesco palazzo Centurione, oggi Palazzo Comunale, sarà offerto dall’Amministrazione comunale un piccolo rinfresco che concluderà il pomeriggio dedicato alla conoscenza del bel “villaggio” di Castelnuovo Scrivia.

L’iniziativa, a partecipazione libera e gratuita, si svolgerà anche in caso di pioggia.
Contatti: chebisa@virgilio.it - 3482211219



<< Torna all'elenco delle news

Commenti



Al momento non sono presenti commenti

Inserisci il tuo commento :



Per lasciare un commento č necessario essere registrati. Se non sei registrato clicca qui altrimenti effettua il Log In.


realized by  Acktel S.r.l.